GOTHNEWS

Ricerche (13/04/19)

DEAD ARTIST SYNDROME

Indietro

Un anno, tanto è durato il crowdfunding della Lo-Fidelity Records  per la ristampa di “Prints Of Darkness” che, oltre ad essere l’esordio sulla lunga distanza dei DEAD ARTIST SYNDROME, è anche il basilare album del cosiddetto “christian gothic” americano. Edito originariamente nel 1990, “Prints Of Darkness” è il primo disco a far incontrare la musica gothic e le tematiche presenti nel christian rock ed é il lavoro, assieme al secondo “Devils, Angels & Saints”(1992), più rappresentativo della band di Orange County. “Evergreen a stelle e strisce” come la poderosa “Christmas” o la ballata “Think Of Me” sono un classico esempio dello stile compositivo del mastermind e gran cerimoniere del gruppo Brian Healy che negli anni ha sfornato albums più o meno ispirati fino all’ultimo, rimarchevole, “Kissing Strangers” del 2015. “Prints Of Darkness” è stato totalmente rimasterizzato ed ampliato con registrazioni live d’epoca nelle quali si staglia la cover di “Open Your Eyes” dei Lords Of The New Church. Ad oggi la ristampa, sia quella in versione vinilica che quella in versione cd con bonus-tracks, è legata ai soli “pledgers”.

TRACKLIST: 01 Christmas; 02 Dancing Without Touching; 03 Rich Girl; 04 Amy; 05 (I'm Not Your) Vision; 06 Hope; 07 Surrender; 08 Dance With Me; 09 Think Of Me (Song For Paula); 10 Red; 11 Reach; 12 Dancing Without Touching (Mix 1); 13 Amy (U.K. Sex Club Mix); 14 Dancing Without Touching (Live, Cornerstone 1990); 15 Amy (Live, Cornerstone 1990); 16 Hope (Live, Cornerstone 1990); 17 Dance With Me (Live, Cornerstone 1990); 18 Think Of Me (Song For Paula) (Live, Cornerstone 1990); 19 Open Your Eyes (Live, The Lords Of The New Church Cover).

Mr. Moonlight

Copyrigth @2007 - 2019 By Erba della Strega