RECENSIONI EVENTI

Little Nemo+Complot+Babel17 @ Locomotive, Paris, France, 29 Apr 2009

giugno 2009

Indietro
Anni fa, per me vedere i Little Nemo in concerto era come sognare ad occhi aperti.
Infatti il loro ultimo concerto risaliva al 1992 e all'epoca non mi era di certo possibile andare in Francia a vederli. Quando poi, in seguito alle ristampe su Infrastition del 2008, ho saputo della loro reunion per un concerto, i sogni si sono avverati. Quando me li sono trovati davanti non mi sembrava vero. ma andiamo con ordine...
Cominciamo dal locale parigino dove si è svolto il festival: La Locomotive. Si trova subito accanto al Mouline Rouge, ed è molto grande : un atrio spazioso, che precede la zona bar, con tanto di divanetti rossi su un lato e che culmina nell'ampio spazio concerti, su due piani. E' possibile infatti salire le scale e godersi il concerto dall'alto, utile per chi vuole avere una resa visiva/sonora ottimale senza stare in mezzo alla calca. Anche l'impianto è ottimo e permette di sentire bene tutto in ogni punto della sala. L'apertura è alle 20 e i concerti iniziano verso le 21 (Proprio come da noi eh?...ma quand'è che impareremo? n.d.Max1334). Il primo gruppo a suonare sono i Babel17, gruppo che in passato ha spesso già condiviso il palco con i Little Nemo.Dopo 18 anni di silenzio hanno concepito un nuovo album uscito da pochi mesi, ICE WALL. La loro scaletta prevede brani sia del passato sia del nuovo lavoro, come l'energica e incalzante Watch e la bellissima Angels of Tv (entrambi dal loro primo album, Celeano Fragments, anch'esso ristampato con bonus tracks). Le sonorità tipiche del gruppo proseguono nella loro nuova fatica,segno che sono rimasti ancora legati alla loro musica di un tempo nella loro attuale produzione. I Babel17 sono solo in due, Jean (chitarra e voce) e Vince (chitarra), ma chi crede che live possano dare poco si sbaglia: efficientissimi e coinvolgenti, una bella sorpresa insomma. Il secondo gruppo che calcherà il palco de La Locomotive sono i Complot Bronswick. Stessa situazione, dopo 14 anni mettono in cantiere un nuovo album, ROUGE REVE. Anche loro sono stati una sorpresa, ma in senso negativo purtroppo.Mi aspettavo infatti facessero qualche brano tratto dal loro vecchio repertorio e invece, come il nuovo lavoro testimonia, la loro volontà è stata quella di rompere definitivamente col passato proponendo tutt'altro...così, mentre il pubblico francese sembrava parecchio entusiasta, per me non hanno rappresentato altro che un calo dell'eccitazione per quel concerto. Fortunatamente ciò che è stato dopo lo ha più che compensato...La riunita formazione dei Little Nemo comprende Yves alla batteria, Ronan alle tastiere e i nostri Vincent (basso e liriche in francese) e Bill (chitarra e voce). Olivier infatti non  ha preso parte alla reunion... un'emozione comunque unica vederli in carne ed ossa, imbracciare i loro strumenti e partire con Turquoise Fields, per poi proseguire sempre più in crescendo con brani come New Flood, Blue Years, Be Seeing You, Alan is Waiting, Hillside Manor, Anybody Home, dove hanno dato il massimo della loro energia, con episodi più riposanti come la magnifica Ballade Des Pendus, eseguita in maniera impeccabile, con tanto di violoncellista. Eccellente anche La Cloche Felee (adattamento in musica di un poema di  Baudelaire, come una più famosa canzone dei LN),brano composto da Vincent nel suo album solista mai uscito, che chiude la prima parte del concerto. Riaprono la seconda con ancora più forza e coinvolgenza con Sandcastle, seguita da The Empty House,L'Heure D'Hiver e September, eseguita con più voce e meno chitarra (che resta più in secondo piano rispetto all'originale) ma ugualmente emozionante (specie per me, dato che è sempre stata fra le mie canzoni preferite di sempre).Nonostante il ritmo acceso e tiratissimo il pubblico è sì partecipe ma non scatenato, a parte qualcuno...Successivamente presentano un inedito, Mad Master, brano molto piacevole che farà parte del nuovo album a cui stanno lavorando. La seconda parte del concerto si chiude con You Again....ma non è finita qui! I nostri tornano sul palco tra mille urla e applausi per deliziarci con un trittico emozionante. Si comincia con A Une Passante, il poema di Baudelaire in musica, dove le tastiere (assolutamente perfetta l'esecuzione) e la voce di Vincent la fanno da padrone. Segue la bellissima Cadavres Exquis, dove la parte femminile è interpretata da Aurelia, cantante nella band francese Eole. La ragazza rimane sul palco per cantare anche l'ultima canzone del concerto, insieme a Bill e Vincent..e così sulle ultime note di Tales Of The Wind si conclude questa magnifica serata, anche se è ancora vivissima dentro di me, e si sa che certe storie.."will never be blown away".

Setlist Little Nemo:

back to the sea
--
turquoise fields
new flood
blue years
be seeing you
alan is waiting
hillside manor
anybody home
la ballade des pendus
la cloche felee
sandcastle
the empty house
l'heure d'hiver
september
mad master
you again
--
a une passante
cadavres exquis
tales of the wind


video del concerto:
http://www.youtube.com/user/InformationOfDeath

L'Aurore_Assassine

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega