RECENSIONI EVENTI

FROZEN AUTUMN + ALL MY FAITH LOST @ YOURBAN, THIENE (Vi) 16 may 2009

giugno 2009

Indietro
Questa è stata la terza volta in due anni che sono riuscito a vedere i Frozen Autumn dal vivo, non male vista la rarità dei loro concerti. Tutti concerti di alto livello, ma questo lo colloco al secondo posto nella mia personale classifica: preceduto da quello di Este di fine 2007 e seguito da quello di Firenze dell’aprile 2008. Il locale ospitante è lo Yourban di Thiene: non c’ero mai stato e devo dire che è proprio un bel posto, con palco spazioso e non troppo rialzato, pista centrale e divanetti laterali, piano superiore (chiuso in questa occasione) che ricorda la galleria di un teatro. Aprono gli All My Faith Lost, gruppo che conosco poco causa genere musicale non tra i miei preferiti. Offrono indubbiamente un ottimo concerto, esattamente come me li sarei aspettati dal vivo: atmosfera intima e delicata, pezzi molto belli, esecuzione precisa. Supportati anche da un violinista, non so se in pianta stabile nel gruppo. Peccato ad un certo punto sia partita, chissà come e perchè, “Of The Wound” dei Christian Death in sottofondo mentre il gruppo suonava…così per un minuto circa si è sentito il pianto di Sevan Kand mentre i ragazzi si guardavano comprensibilmente stupiti ma proseguivano ugualmente l’esecuzione senza, almeno in apparenza, prendersela troppo. Molto bravi.
Tocca quindi ai Frozen Autumn. Il locale non è così affollato quanto mi sarei aspettato. Oltretutto mi viene confermata una cosa che ho notato in tutti gli ultimi concerti in zona da un anno a questa parte, cioè un pubblico composto da facce totalmente nuove: molta gente che si era soliti vedere non si vede più (forse alle serate sì…boh). Per un giudizio sul pubblico, vi rimando al blog sul myspace di Froxeanne, da leggere. Ad ogni modo, gioisco nel vedere che i Frozen Autumn si presentano in formazione a tre, vale a dire col chitarrista Stefano Nieri a supporto. Ecco perché il concerto di Firenze lo pongo al terzo posto: per quanto mi riguarda il gruppo supportato da una chitarra rende molto di più. Soprattutto perché la presenza del chitarrista assicura l’esecuzione del vecchio repertorio composto con l’ex membro Claudio Brosio, canzoni che ritengo tra le migliori scritte dal gruppo.
Il concerto parte infatti con Onyria e si chiude con This Time, posso dire i miei due pezzi preferiti in assoluto; ovviamente viene passata in rassegna tutta la produzione, peccato il set sia stato tagliato (vedi ancora myspace di Froxeanne). In questa data la presenza del chitarrista non si limita soltanto al supporto nei pezzi più vecchi: anche le canzoni degli ultimi due album sono state ri-arrangiate in modo da inserirvi la chitarra, devi dire con ottimi risultati. Ho trovato però anche i vecchi pezzi un po’ diversificati rispetto alle versioni su disco, non nelle parti di chitarra bensì in quelle elettroniche. Ecco perchè pongo questo concerto dietro a quello di Este, che tra l’altro mi pare fosse la prima volta in cui gli attuali Frozen Autumn si presentavano sul palco con un chitarrista: ho preferito i vecchi pezzi come sono stati suonati in quell’occasione, più fedeli agli originali. Comunque ribadisco ottimo concerto così come i precedenti, speriamo il prossimo sia altrettanto comodo geograficamente e sia soprattutto a breve.

ZA

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega