RECENSIONI EVENTI

Sad Lovers & Giants & Visionary Flowers - Totem, Vicenza, 12 Apr 2009

Aprile 2009

Indietro

La prima cosa che mi son detto quando ho messo piede al Totem stata "ma quanta gente!!!". Ma dovevo aspettarmelo. E' stato proprio in veneto che, sei anni fa, i Sad Lovers and Giants hanno deciso di ricominciare a suonare dal vivo (ricordate la data al jam?), e gi in quell'occasione ci fu il pubblico delle grandi occasioni. Stessa cosa stasera, audience tendenzialmente -enta, ma con un buon numero di giovanissimi, a dimostrazione che i classici senza tempo non hanno et. il tempo per scambiare quattro chiacchiere con i vecchi amici, ed ecco salire sul palco i nostri Visionary Flowers. la band Taranto-capitolina un duo che si avvale di basi preregistrate per basso e batteria, ma che nonostante questo riesce a regalare un set tirato, caldo, emozionante e sincero, tanto da accaparrarsi subito gli applausi meritati dai presenti. Scorrono alcune tracce dal promo recente, un inedito per chiudere con due cover, Last Exit For the Lost dei Fields e Shadowplay dei Joy Division. E' soprattutto la prima a colpire. Eliminate le parti vocali, la band ha lavorato sull'impatto chitarristico in chiave psichedelica, tanto che ammetto di non aver riconosciuto subito il pezzo. Il risultato stato davvero azzeccato, e gli applausi sentiti dei presenti erano eloquenti a riguardo. Un ottima prova per una band che si sta facendo pian piano largo nella scena musicale con una proposta che guarda al passato ma non in maniera monocromatica, assorbendo le influenze pi disparare per un amalgama sonoro interessante. Bravi! Il tempo di bere qualcosa e il palco viene invaso da chili di ghiaccio secco (menzione speciale per il Totem: con le luci nuove davvero tutta un'altra cosa!!!!), segno che il momento caldo sta arrivando. E infatti eccoli sul palco, garce e co, accompagnati per l'occasione dal nuovo acquisto alle tastiere. Non devo essere orgoglioso che sia italiano e che bazzicasse sul forum di Erba Della Strega? Certo che lo sono! Bravo Universo!!! Il set comincia un p in sordina con la band che fa fatica a carburare, ma grazie al sostegno del pubblico che canta ogni singola parola delle canzoni il gruppo si riprende rapidamente, e gi alla quinta canzone sono lanciati verso la perfezione. Sleep, Your Skin and Mine, e soprattutto Echoplay mandano in brodo di giuggiole i presenti, calorosi e partecipi come non mai. La band ora stracarica, gioca col pubblico e si diverte ad affondare la lama fino all'apoteosi di Imagination. Chiude il set Cloud 9, ma ovvio che i giochi non siano finiti. Tornano sul palco infatti per ben due volte, fino alla chiusura classica con Clint, che lascia soddisfatti band e presenti. Un concerto asciutto e serrato, niente sceneggiate sul palco, niente maschere od orpelli. Solo cinque uomini e la loro musica per un risultato ottimo. la musica dal palco finisce, inizia quella dalle casse della pista da ballo, che autiomaticamente si riempie di giovani e meno giovani darkettini in cerca di sfogo e relax. Personalmente preferisco chiudere la serata parlando un p con le band e con gli amici prima di andarmene a cuccia. Un altro concerto da dieci e lode.

=============

Visionary Flowers Setlist:

intro
nada
battito cardiaco
frammento del giorno
branombra pt 1
last exit for the lost
shadowplay

============

Sad Lovers & Giants Setlist:

melting in the fullness of time
close to the sea
alaska
1 mans hell
clocktower touch
sleep
man of straw
your skin & mine
cowboys
on another day
echoplay
jungle of lies
vendetta
imagination
cloud 9

things we never did
7 kinds of sin

influx
clint


=============

Max1334

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega