RECENSIONI LIBRI

Vince Neil con Mike Sager - Tattoos & Tequila All'inferno e ritorno con la voce dei Mötley Crüe

Tsunami Edizioni 2012

Indietro


Vince Neil è sempre stato un personaggio. Da un certo punto di vista, una macchietta. Un "tipo da spiaggia" nella peggiore accezione del termine, per intenderci. Tra le altre cose, ha ammazzato un amico, ha fatto vagonate di soldi, ha cantato su dischi milionari e fatto sesso con migliaia di belle ragazze. O meglio, di "Tipe Da Spiaggia", sempre nella peggiore accezione del termine. Non è mai stato il membro più furbo dei Crue, diciamoci la verità. E nemmeno il genietto incompreso. E nemmeno il musicista incredibile. Semplicemente ha avuto la fortuna di essere al posto giusto nel momento giusto. E mi dico, se nemmeno aiutato da un Ghostwriter è riuscito a scrivere un'autobiografia che vada oltre il quantitativo di soldi e gnocca all'interno della sua vita, beh... Senza offesa Vince, ma i libri lasciali scrivere a Nikki. Vince ha sempre odiato Tommy Lee. Ma hanno una cosa in comune oltre a suonare nei Motley Crue: Le loro bio sono tragicomiche. Davvero. Ora all'appello autobiografico mancherebbe solo Mick Mars. Ma qualcosa mi dice che non scriverà mai nulla. Perlomeno non a questi livelli...

 

http://www.tsunamiedizioni.com/

Max1334

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega