Link:

DVD

The Gazette - nameless Liberty.Six Guns...

(clj/audioglobe 2007)

Indietro
Premetto: non ho mai ne amato ne capito il movimento Visual Kei. Quindi le mie parole sono strettamente soggettive. Allora, i Popolarissimi (in terra natale, ma non solo) The Gazette danno alle stampe questo doppio DVD che celebra il loro ultimissimo tour per i nipponici gazette, istrionici esponenti di punta del movimento Visual Kei. A differenza di altre bands che si muovono in quella area, il sound dei Gazette è ad un primo acchitto abbastanza omogeneo, rifacendosi in larga parte ad un certo tipo di street rock americano, quello tipico a cavallo tra gli '80 e i 90 (Guns n' Roses "appetite"-era, l.A.Guns, Faster Pussycat etc, per intenderci). Cosa manca? Beh, per prima cosa...la FAME. E non intendo il termine anglosassone per definire il successo. Intendo la Fame vera e propria. Quella situazione di vita sregolata e al limite, niente soldi, niente tetto ma molte tette generose, disposte a donare un pasto caldo, un letto e qualche grammo di sostanza stupefacente in cambio di amorevoli servigi. Si lo so, sono storie da barzelletta, qualcuna credibile, altre meno. Ma di certo lì era chiaro il sangue/sudore/lacrime che veniva affiancato a sesso/droga/rock and roll. I gazette soino dei buoni interpreti, ma sono costruiti a tavolino e si vede. Ogni mossa sul palco, ogni ammiccamento, tutto è plastificato. I nostri rockeggiano con la stessa enfasi di uno che dopo lo show si laverà, si cambierà, uscirà a cena con gli amici (vegetariano, of cours...anzi, vegano che è più rigido) e prima di andare a letto piegherà per bene i suoi vestiti. Non ci siamo. Ottimi per chi non vuole guardare troppo "quello che c'è sotto". Per gli altri, lasciamo perdere. Ah, le canzoni...beh, come da copione, nulla di nuovo sotto il sole.Perchè come detto all'inizio, se ad un ascolto rapido sembra esserci una linea guida, alla fine il minestrone è-trattandosi di JRock-inevitabile. Un pò di questo, un pò di quello, un frullatore e il pappone è pronto. E non intendo il pappone che si intravede dietro Axl aggirarsi nelle strade di LA nel bellissimo video di Welcome to the Jungle (1987, vent'anni fa!!!)dei Gn'R, ma quella roba molle dalla consistenza dubbia, che sembra saporita all'inizio, poi comincia a fare brutte cose nello stomaco e alla fine ti spinge ad andare di corsa al bagno. Perchè se lo Street sembra essere il carattere predominante, non dimentichiamoci che son sempre un gruppo Visual (componente che a livello di make up e lustrini-pulitissimi-non manca). E quindi un pò di NuMetal (che a ben vedere, alla lunga, è molto, troppo presente, pure più dello street), un pò di Panc, un pò di Progressive, un pò-tanto-di Hair Metal '80, Pop a chili...massì dai....un pò di Pupo pure, perchè no? Sono Troppo cattivo? Forse si. Perchè alla fine formalmente il dvd è ottimo. Formalmete. Appunto. Simpatici, piacevoli a tratti. Ma su di me non lascian segno.

Max1334

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega