RECENSIONI DISCHI

Consenso - Un Disco Onesto

Breakdown Records 2011

Indietro

Un disco onesto: l'album dei Consenso.
Un giudizio onesto: molto carino e piacevole.
Un ritornello onesto: praticamente tutti. Orecchiabili e catchy come solo i
Soerba più complessi e i Bluvertigo nella fase d'oro sapevano fare.
Una nota onesta: l'immagine di retrocopertina è una delle migliori fotografie
degli ultimi anni, anche se sono convinto che non è stata fatta con quell'intento.
Un suono onesto: le trame elettropop vintage sono talmente fragili e
scheletriche che non possono non far affiorare in noi il classico istinto di protezione. "Wonderfully pretty!"
Un testo onesto: Pochi in inglese, molti in italiano. Semplici e complessi,
funzionano più a polaroid che a romanzo. E proprio per questo si incollano nel cervello.
Una copertina onesta: la BMW 2002 Serie 02 in copertina (la foto è di Jeremy
Pettis) ci dice tutto quello che troveremo all'interno. Pochi fronzoli, affidabilità eccellente, un culto vintage che emoziona ora come allora.
Una conclusione onesta: I Consenso potrebbero scomparire domattina. O
diventare una band stellare di culto. Comunque si sviluppi la loro carriera, "Un Disco Onesto" mantiene fede al proprio titolo. E si fa voler bene per quello che è.
Una cover onesta: sarò onesto anch'io. Non conosco l'originale di les
marionettes, ma la versione dei Consenso mi garba parecchio.
Un consiglio onesto: ascoltatelo e prendetevi una pausa. Onesta, s'intende.


http://www.facebook.com/consensomusica

Max1334

Copyrigth @2007 - 2021 By Erba della Strega