RECENSIONI DISCHI

Nanook - Nanook

Mermaid Records 2013

Indietro
Nanook sono una delle poche realtà musicali che sta cercando di uscire dai confini della Groenlandia. Bisogna entrare in quella grande isola di ghiaccio per avere un’idea della scena musicale locale. Dall’esterno non si ha percezione di nulla.
I Nanook sono conosciutissimi dalle loro parti, ma la loro musica meriterebbe di essere ascoltata da un pubblico ben più vasto.
L’approdo alla danese Mermaid Records ha permesso ai cinque Nanook di esportare il loro nome in Europa. I brani presenti in questo disco provengono dai loro primi due album; in coda al disco è aggiunta una loro canzone, Ingerlaliinnaleqaagut, inclusa nella colonna sonora di un film horror groenlandese (che non sarà mai visibile da nessuna altra parte se non in Groenlandia e forse in Danimarca).
Prendendo in prestito gli schemi tipici della musica pop-rock, i Nanook descrivono la magia di quell’isola. Ne escono suoni delicati, evocativi, come nei brani tratti dal primo album, Kisimiinneq, Sivittorpormi, Qummut Isigaara.
Ma è anche una musica che nasce per volgere i pensieri altrove, per uscire dalla morsa di ghiaccio che pesa sulla vita degli abitanti di quel luogo. Si spiegano così i bagliori di luce e le melodie in alcuni tratti radiose e vivaci di una classica rock band.
Tuttavia quella vena sognante, quelle attutite atmosfere del nord, ogni tanto mascherate con fare disinvolto ed esuberante, sono nel DNA di questi cinque musicisti del nord che valgono molto più di ciò che hanno ottenuto fino ad oggi.



Galati

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega