RECENSIONI EVENTI

Current 93 @ Locomotiv (BO) - 25/03/2011

Current 93 @ Locomotiv (BO) - 25/03/2011

Indietro

Provaci ancora Tibet.
Sì, l'ho pensato alla fine dell'ultimo brano eseguito, al secondo bis.
Quando la voce era ormai smarrita, quando l'uomo ancora si ergeva in piedi sul palco."Oh Coal Black Smith" è stata la quadratura del cerchio: tutto il carisma che permette all'artista di trainare il pubblico, infuocare il palco, con un'ottima orchesta a supporto,
purtroppo recitata con incredibile stanchezza.
Così il concerto, a ritroso, a ondate che salivano e scendevano, sempre impregnate di quella magia che rende comunque il personaggio tra i pochi capaci di suscitare
applausi pur non dando il massimo.
L'inizio avviene in sordina, persino un brano trainante come "Black Ships Ate the sky" si perde in un cantato che la trascina nell'indolente e abulica sofferenza che è propria
di ben altre perle canore.
Il contrappunto è dato invece dalla compagine che accompagna il magico performer: artisti di grande spessore, oltre all'ormai sempre presente Baby Dee anche gli altri
compagni si sono dimostrati ottimi arrangiatori virando le sonorità tra lo psichedelico e il richiamo alle ballate medievali. C'è molto dell'album del 2009, "Aleph at Hallucinatory Mountain", ben declamato a dire il vero, con il massimo dell'estasi raggiunta nell'esecuzione di "Not Because the Fox Barks", purtroppo interrotta e poi ripresa a causa di alcuni agitati non in sintonia con l'atmosfera ben più pacata dell'auditorio.
Molti applausi, molta magia, ottima musica, poca voce, tutto Tibet.
Alla fine si può amare, odiare.
Oppure vedere con il giusto distacco.
E quindi si può congedare questo live così come avevamo iniziato: Provaci ancora Tibet, sicuramente troverai il giusto ritmo per poter interpretate col giusto pathos le magie
che hai saputo scrivere.

HEIXUE

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega