RECENSIONI LIBRI

ALEX DANIELE - THE MISSION – AT WAR WITH THE GODS A Written Documentary Of The First 25 years

Sand Castles Productions, 2014

Indietro
Non mi va di parlare di una biografia. Davvero. E quindi farò un altro tiupo di discorso.... Allora, il mondo si divide in due, diciamo. Sacro e profano, no? Perfetto. Partiamo subito col dire che io sono un profano. Completo. Irrecuperabile. E se l'importanza emotiva di una band si misura con gli ascolti dati ai lavori pubblicati dalla stessa, allora per chi scrive i Mission sono stati fondamentali tanto quanto  gli Element. Mea culpa, ma ognuno ha i suoi gusti, e fondamentalmente rimango sempre lo stesso scribacchino che anni fa dichiarò che un pezzo qualsiasi del debut dei Sex Gang Children dava fuoco a tutta la discografia dei Sisters. Vi sembra questa dichiarazione sintomo di obiettività? No, assolutamente, lo ammetto senza problemi. Sono semplici punti di vista. C'è però da dire che di indole ero e resto una persona molto curiosa. Ed è proprio con curiosità ed ammirazione che negli anni ho seguito l'amico e collega Alex Daniele durante tutta la stesure del libro. E tra me e me mi chiedevo, "ma perchè proprio sui Mission?". Probabilmente son le stesse domande che si poneva lui quando mi vedeva gongolare per un nuovo disco dei Voivod in uscita, chi lo sa. Sta di fatto che quando il libro è stato pubblicato poche settimane fa non ho avuto nessuna esitazione: acquisto obbligato. "Perchè?" , si chiederà chi ha capito che io non sbavo per la band di Hussey e co... Beh, i motivo sono molti. Primo: il rispetto. Ammiro Alex non solo come persona, ma per tutto quello che ha fatto e continua a fare per mantenere vivo l'interesse nei confronti di un certo modo di intendere la musica che noi amiamo. Leggere queste pagine mi ha fatto capire meglio anche lui, sotto molti punti di vista. E dopo tutto quello che mi/ci ha dato, a prescindere dall'amicizia, mi sembrava il minimo ricambiarlo con un supporto pratico, oltre che morale. Perchè a parole siam bravi tutti.... ma poi... Punto secondo, e forse il più importante: la curiosità. Ora, dato per certo che io non abbia passato gli anni della mia adolescenza consumando copie di "Gods Own Medicine", rimaneva in me la voglia di conoscere e capire. Perchè un conto sono i gusti personali. Un altro è l'obiettività. E il fatto che i Mission siano stati IMPORTANTI è insindacabile. Punto. Non ci piove. E dato che non stiamo parlando di una band da un demo e quattro date nei club, ma di un gruppo che ha toccato con mano il successo con la "S" maiuscola vendendo parecchi album e suonando di fronte a decine di migliaia di persone, beh... da "imparare" ce n'è a chili. E devo dire una cosa, il libro sarà perfetto per i fan duri e puri, ma funziona anche (e forse molto di più) per i curiosi come me. Che mentre leggevo mi sono trovato a riascoltare i loro lavori con orecchio diverso, "capendo" mood e cambi di stile con un orecchio differente. AT WAR WITH THE GODS non è una semplice cronostoria infarcita di aneddoti fine a se stessa. Possiede la straordinaria qualità dello spingere il lettore ad approfondire l'ascolto dei dischi della band. E per quanto il libro possa a volte peccare nel non essere sempre e completamente super partes (il tipo di scrittura di Alex è molto più passionale e "da fan" di un Joel Mclver per esempio), centra l'obiettivo di creare interesse in colui che legge. Si passa da spassosissimi ricordi di bagordi e intrecci vari, a traumatiche separazioni, successi, fallimenti, scioglimenti... Insomma, qualche centinaio di pagine di sano Sex Drugs and Gothic Rock, ma scritto in maniera snella, passionale e appagante. Lettura consigliatissima agli estimatori dei Mission, e consigliata comunque anche a coloro non li abbiano mai seguiti più di tanto. Se questo è il tuo modo di fare delle biografie, ti prego Alex, scrivine altre!

Max1334

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega