INTERVISTE

TYING TIFFANY

dicembre 2012

Indietro

Benritrovata sulle pagine di EDS!

 

Grazie per l'invito!

 

L'ultima volta che ci siamo sentiti, People's Temple era appena uscito. Ora, un album e parecchi concerti dopo, chi è e come si sente Tying Tiffany?

 

Fondalmentalmente sono sempre la stessa persona ma con più consapevolezza, tutte le esperienze che mi hanno portato ad evolvermi come persona ed artista sono state essenziali per farmi capire o almeno credo in parte..chi sono.

 

Come è stato accolto il tuo ultimo album dal tuo punto di vista? Ti aspettavi di più, di meno, uguale, non ti importava...

 

Con molto entusiamo da chi ha seguito il mio percorso ma “Dark days White nights” non è nato con l'aspettativa che piacesse o meno agli altri, era quello che volevo ed è stato un passo molto importante perchè mi sono avvicinata a quello che sentivo di esprimere. Non do molta importanza ai giudizi critici in quanto spesso sono molto distanti dal mio background per cui a volte facili di incomprensioni e di poca sensibilità.

 

Il tuo approccio si è fatto più raffinato e -permettimelo- orecchiabile, seppur mai banale. Scelta precisa o "semplice" evoluzione stilistica personale?

 

Con il tempo e l'esperienza sicuramente, si affinano tecniche e  maturità compositiva. Ogni volta entro in competizione con me stessa, cercando un suono che inizialmente ho nella testa per poi  concretizzarlo,  la confusione che avevo in passato in questa fase costruttiva, ora è molto più chiara  e facile da gestire, anche se rimango molto istintiva. 

 

Nonostante le cose al primo ascolto sembrino più ariose, le liriche non hanno perso un minimo di spessore, anzi...

 

quest'album racconta molto, esperienze personali che mi hanno segnato e tematiche con le quali tutti abbiamo a che fare purtroppo ogni giorno, crisi, malessere generazionale, mancanza di opportunità e ideali, ma  con la rabbia di superare tutto questo. Lamentarsi senza poi fare nulla non serve a niente, lo stimolo per far si che le cose cambino, viene prima di tutto da una consapevolezza  individuale, puntare il dito o rifugiarsi nella mala gestione delle cose non serve a nulla.

 

Come ti trovi con la band che ti segue nei live show? Si può dire che attorno a te, poco alla volta, si sia costituito un vero e proprio team di collaboratori? Una specie di Tiffany Family?

 

Finalmente sono davvero soddisfatta del gruppo che mi accompagna, dai  musicisti ai collaboratori, non è stato facile trovare le perone giuste, ho ricevuto molte  delusioni, specialmente da “amici” che avevo coinvolto per affiancarmi, ma ora si è creata la giusta alchimia.

 

Da quando hai iniziato ad incidere musica a livello ufficiale, se stata corteggiata da parecchie "congreghe". mi spego, ti hanno etichettata (ed idolatrata) nella scena Electro, in quella Indie, in quella Goth... Quanto ti vanno strette queste catalogazioni e quanto in reltà possono farti comodo?

 

Non mi stancherò mai di ripetere che non sopporto le “etichette” e le lobby che si creano all'interno di quelle che tu giustamente hai chiamato congreghe, sono sempre stata una sostenitrice dell'individualità e non della forza del branco, forse per questo motivo,  mi sono creata alcune antipatie perchè  ho deciso di seguire la mia strada.

Spesso capita che chi ti idolatra, quando cambia il vento ti gira le spalle.

 

Se avessi un budget illimitato, come ti piacerebbe organizzare un concerto? Allestimenti particolari, costumi....

 

Mi basta un buon impianto audio e luci il resto lo investirei per far suonare con me gli artisti con i quali ho collaborato nei vari album e che per problemi di lontananza  non possono mai salire sul palco con me.

 

In un servizio fotografico indossavi una T-Shirt dei Kreator. In altrte interviste non hai mai nascosto l'amore per musica totalmente diversa da quello che canti e suoni. Si può dire che TT è immersa nel suono a 360°? quanto queste molteplici influenze e passioni vanno a confluire nel modo di comporre ed esprimersi che fai tuo?

 

É fondamentale per me amare vari generi musicali senza distinzioni, un lavoro ben fatto rimane interessante e costruttivo anche se totalmente differente dal proprio. Inevitabilmente nelle mie produzioni tutto riaffora, ma non seguo una linea stilistica o iconografica, è un processo istintivo.

Spesso l'ottusa  coerenza di genere e ruolo è sinonimo di una limitata apertura artistica, credo che ci siano molte belle cose dall'arte in generale dal quale trarne un proprio spunto.

 

 

Da collezionista incallito: una stampa in vinile dei tuoi lavori è solo un sogno o potrebbe diventare realtà?

 

Potrebbe diventare realtà :-) 

mi piacerebbe il prossimo inverno lavorare ad un ep in vinile.

A proposito ad ottobre uscirà un mio progetto parallelo assieme a Raymond Dijkstra, musicista olandese, si chiamerà “SANTASEDE” un Ep di concrete music  e sarà proprio un 10 inch in edizione limitata, vinile bianco,ogni pezzo unico e differente.   

 

 

Mai pensato ad intraprendere altre strade oltre alla musica? Chessò, attrice, scrittrice, pittrice, o magari semplicemente aprire una pasticceria, che ne so:)

 

Nella vita tutto può cambiare e non escludo che possa avvicinarmi ad altre passioni. In passato disegnavo sempre. in qualsiasi pezzo di carta trovassi, ora è un po' che non faccio nulla, ma vorrei riprendere.

 

 

un idiozia...ma è da sempre che voglio chiedertelo...ma te la ricordi Tiffany? (la "cantante", diciamo)

In realtà non la conoscevo ma mi capitava che nel web associasssero i suoi risultati ai miei per tag, comunque non so quasi nulla di lei.

 

E' una cosa che fa molto TV Sorrisi e Canzoni, ma che mi frega...te lo chiedo lo stesso...i dieci pezzi che girano più spesso sul tuo lettore mp3/Ipod/autoradio in questo periodo...

 

Tra gli ultimi album e pezzi che ho caricato sul mio Ipod  c'è:

Emmanuel Top - Stress Reworked mix

Vatican Shadow – Cairo is a haunted city

Ulterior – Wild In Wildlife ( album)

Dead Skeleton – Dead mantra

Katatonia – Dead end kings ( album)

Refused -  New noise

Chromatics – Night Drive (album)

Tweaker feat Robert Smith -  Truth is

Alio Die – Deconsecrated end pure (album)

Pete Namlook /Lorenzo Montanà – Labyrinth 5 (album)

 

 

progetti futuri a breve, medio e lungo termine?

 

I miei due progetti “SANTASEDE” e “TTL”, quest'ultimo dedicato principalmente al movie soundtrack, tanti concerti e poi chi lo sà.. .. vivo alla giornata

 

Le ultime come sempre sono per te

 

Grazie a te e a tutti lettori di EDS

Max1334

Copyrigth @2007 - 2018 By Erba della Strega